I casino online sono visti come un problema sociale

Per molti il gioco in Internet in questo momento è ancora una problematica a livello sociale e non ci si può stupire quindi che negli Stati Uniti sia stato paragonato il gioco in rete addirittura alla pornografia. Non stiamo parlando di discorsi da bar, ma di una discussione che è avvenuta addirittura in Senato durante una sottocommissione che doveva esaminare i differenti problemi derivanti dalla possibile legalizzazione negli Stati Uniti del gioco in Internet. Il gioco on-line infatti in America, dopo il celebre Black Friday è cambiato in modo sostanziale e sono solo tre stati che in questo momento offrono possibilità legale di giocare in Internet: Nevada, New Jersey ed il Delaware.Questo fa comprendere quante difficoltà si possono incontrare in questo momento negli Stati Uniti, ma la comparazione con la pornografia è sembrata veramente fuori luogo, in ogni caso il parere di molti è che il continuo divieto del poker in Internet non servirà a limitare questo fenomeno, visto che si tratta ormai di un fenomeno di grandi dimensioni. Continua la cavalcata per far comprendere che il poker è molto più simile ad un gioco di abilità che ha uno azzardo, come sottolineato dal senatore repubblicano Dean Heller. Contro questa opinione invece il celebre senatore John D. Nockefeller, che vede il poker on-line come un affare che farà girare tantissimi soldi e che quindi includerà moltissimi rischi come ovviamente quello del riciclaggio di denaro e il possibile finanziamento di attività terroristiche.